Anche la Polizia Città di Lugano, nella persona del Comandante Roberto Torrente, ribadisce l’importanza del nostro software nell’individuare veicoli ed individui in caso di reati.

Ed è proprio sulla rivista Baulicht di questo mese che si parla di NeuralEye project, un sistema per l’analisi delle immagini con lo scopo di aumentare la sicurezza dei cittadini.

Lanciato in conferenza stampa a Gennaio 2015 insieme a SUPSI, ETHZ e la Polizia Comunale di Lugano, lo sviluppo di questo sistema basato sulle reti neurali potrà presto garantire un risparmio di tempo nell’ambito di indagini che richiedono l’analisi di flussi video (oggi effettuata manualmente) e accrescere il livello di efficacia e immediatezza del servizio pubblico degli agenti di polizia nel controllo del territorio.

Approfondisci l’argomento e leggi l’articolo!